Acido urico: un campanello d’allarme per la salute di cuore e circolazione!

Sarebbero 13 milioni gli italiani con alti livelli di acido urico.
Una minaccia per il cuore e la circolazione: secondo le ricerche che negli ultimi anni si sono susseguite, è un fattore di rischio cardiovascolare corresponsabile di 4 infarti su 10, soprattutto in chi ha già colesterolo alto, ipertensione e iperglicemia.
Ma appena il 2 % della popolazione sa che cosa sia l’acido urico o l’ha mai misurato, mentre il 70% di chi ha misurato almeno una volta l’uricemia non ripete il test più di una volta all’anno.

Acido Urico: da cosa dipende?
Acido Urico: da cosa dipende?

Negli ultimi cinquant’anni, si è notata una spiacevole relazione tra gli alti livelli di acido urico e patologie come: diabete, insulino-resistenza, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, ridotti livelli di HDL, accumulo di grasso nella zona addominale, che nell’insieme prendono il nome di “sindrome metabolica” e che portano ad un elevato aumento del rischio cardiovascolare (ictus, ischemia, infarto del miocardio).
Il processo di formazione dell’acido urico fa aumentare i livelli di radicali liberi e che negli ultimi anni, studi statistici hanno dimostrato la corresponsabilità dell’iperuricemia nel 40% degli infarti, in Italia.
I consigli quindi, sono rivolti innanzitutto al controllo periodico dei valori di:
glicemia ( non >110 mg/dl ),
colesterolemia ( non >200 mg/dl ),
trigliceridemia ( non>200 mg/dl ),
uricemia (non >6 mg/dl )

e secondariamente ad una corretta educazione alimentare, volta all’ingestione limitata di alimenti ricchi in purine.
ALIMENTI DA EVITARE: sarde, acciughe, fegato, crostacei, selvaggina, carne rossa, salumi e insaccati, burro, panna, strutto, frutta secca, funghi, spinaci, asparagi, cavolfiore, dolci.
ALIMENTI DA LIMITARE: carni bianche, nasello, rombo, peperoni, piselli, lenticchie, castagne, mandorle, nespole.
ALIMENTI CONSIGLIATI: pasta e riso (in quantità non troppo elevata), uova, verdure ( patate, barbabietole, rape, pomodori, insalata verde), frutta ( pere, mele, albicocche, pesche).

cibi-alimentazione-sana-acido-urico

L’abuso di farmaci è sempre sconsigliato, ma, nello specifico caso dell’iperuricemia esistono alcune categorie farmacologiche da evitare, come:
diuretici tiazidici,
levodopa,
ciclosporine.

In condizioni particolari come la gravidanza, soprattutto durante il terzo trimestre, è particolarmente importante controllare il livello di acido urico, per poter scongiurare preventivamente il problema della gestosi.

Per fortuna però, la natura ci viene incontro.
RIMEDI NATURALI:
Frassino: ricco in frassina, cumarine, flavonoidi, acido malico, tannini e polifenoli che di concerto aiutano l’eliminazione renale dell’acido urico. Questi principi attivi si ritrovano all’interno della corteccia e delle foglie, in farmacia si possono trovare sotto varie forme, capsule, tintura madre, infuso.
Betulla: ricca in iperoside, tannini, acido caffeico ed alcoli triterpenici, sola o in associazione con il frassino aiuta l’eliminazione dell’acido urico, anche questa pianta è possibile rintracciarla in farmacia sotto varie forme: capsule, concentrato fluido, infuso.

rimedio-acido-urico-betulla

Il 25 ottobre sarà la prima giornata nazionale dedicata al controllo dell’uricemia.
Nella nostra farmacia, organizzeremo un’iniziativa per far conoscere meglio l’argomento e misurare i livelli di acido urico nel sangue grazie a un test semplice e gratuito e ricevere informazioni per prevenire e combattere l’iperglicemia.

Vuoi ricevere la nostra newsletter con pillole informative su salute e benessere naturale?

Compila il modulo che trovi qui sotto con la tua mail e il seguente testo: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s