Perché nella vita ci vuole sempre un po’ di fattore “Q” …10.

FattoreQ

Tra i farmaci maggiormente prescritti, fa capolino la classe delle STATINE (pravastatina, atorvastatina, simvastatina, rosuvastatina) la cui assunzione comporta una decisa diminuzione della concentrazione di colesterolo ematico.

Tra gli effetti avversi più comuni e potenzialmente pericolosi associati alla terapia con statine, ci sono i disturbi muscolari.

Queste complicazioni possono insorgere rapidamente, dopo l’inizio della terapia, oppure possono manifestarsi dopo diversi mesi.

E’ stato di recente accertato che l’utilizzo delle statine, provochi una diminuzione di Coenzima Q10 nel nostro organismo e probabilmente è proprio questo a provocare i disturbi di cui sopra.

Se la sintomatologia è dovuta ad una deficienza di CoQ10, la sua somministrazione può favorire un miglioramento dei sintomi in un periodo compreso fra 3 giorni ed 8 settimane, per cui diventa sempre più vivida l’ indispensabile necessità di integrare la propria dieta con una giusta dose di coenzima Q 10.

Questa particolare molecola presente in tutte le cellule del nostro organismo (da qui il nome ubichinone) è necessaria per la produzione di energia “respirazione cellulare” che avviene a livello dei mitocondri, ma la cui natura la accomuna alla vitamina E, nei processi che contrastano l’ossidazione, l’invecchiamento cellulare e la rimozione dei radicali liberi.

Dal 1978 (data di pubblicazione delle sue funzioni) si conoscono tutte le attività del coenzima Q10 soprattutto a carico del sistema cardio circolatorio, ma negli anni, la ricerca del coenzima Q10, a livello ematico, in pazienti affetti da differenti patologie ha evidenziato che, nel parkinson, nell’emicrania, nello scompenso cardiaco, nell’insufficienza cardiaca congestizia, nel diabete, e nella dislipidemia curata con statine, i livelli di ubichinone sono decisamente inferiori rispetto al normale.

Diviene quindi, di primaria importanza l’assunzione di coenzima Q10 da parte di tutti noi, ma in particolar modo per tutti quei soggetti con dislipidemia, diabete, insufficienza cardiaca congestizia, morbo di Parkinson, forti emicranie, disturbi gengivali.

Il dosaggio pro-die di ubichinone, per un uomo adulto sano, si attesta tra 30 e 100 mg, ma in particolari condizioni si può arrivare ad un?assunzione di 150 mg pro-die. La dose giornaliera può essere assunta tramite la dieta o con una integrazione farmaceutica mirata.

Questo elisir di lunga vita lo si può ritrovare in alimenti come :??

CARNE: carne di maiale e manzo (soprattutto fegato e cuore) e carne di cervo sono in assoluto gli alimenti migliori a questo proposito. Tra le carni bianche, il pollo ne contiene una quantità moderata. Attenzione però: con la frittura i livelli del coenzima scendono notevolmente; il miglior metodo di cottura per conservarlo è costituito dalla bollitura.

OLIO : Olio di soia, di sesamo, di mais, di colza e di semi di cotone.

PESCE: sardine, sgombro, seppie, tonno, aringhe, salmone, merlano nero; in minori quantità anche anguilla e trota.

SEMI E LEGUMI : soia e azuki, arachidi, sesamo, pistacchi, noci, nocciole (anche tostati); in misura minore anche mandorle e castagne.

UOVA : non contengono molto Q10 in termini assoluti, ma in compenso hanno un alto tenore di vitamina E che amplifica i benefici del coenzima se assunta contemporaneamente a esso.

ORTAGGI : spinaci, broccoli, patate americane, peperoni, aglio, piselli, cavolfiori, carote. Il metodo di cottura migliore è anche in questo caso la bollitura, mentre quando si opta per la frittura si perde gran parte del potenziale benefico.

FRUTTA : fragole e arance.

Nell’epoca del fast food è possibile però riscontrare una reale difficoltà, compatibile con i ritmi frenetici che la caratterizzano, nel rintracciare tali alimenti, nell’assumere le giuste proporzioni o nel variare la propria dieta giornaliera, proprio per questo motivo può essere utile sopperire tramite l’integrazione in farmacia con prodotti a base di coenzima Q10 come:

NUTRI Q10

VISOCOMPLEX

COENZIMA Q10

IMMUGEN R

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s