Curcuma: una sconosciuta alleata dalle mille risorse.

Per farvi rendere conto di quanto questa spezia sia vicino a noi, giochiamo con una semplice associazione logica; se dico giallo e cucina, intesa come pietanze da preparare, cosa vi viene in mente ? Ecco esattamente quello, lo zafferano. Sapete come chiamano anche la curcuma ? Lo zafferano delle indie, perché abbondantemente utilizzato anticamente dagli indiani come spezia e colorante, ma soprattutto per le proprietà benefiche.

Ma cosa ha di così speciale questa pianta?

Nello specifico la sua straordinarietà è deputata alla Curcumina, un polifenolo di cui è ricchissimo il rizoma che va sbollentato, essiccato e polverizzato. La pianta è costituita anche da oli essenziali, amido, fibre e flavonoidi ma è sempre questa curcumina a dare il caratteristico colore giallo e ad esplicare tutta una serie di azioni terapeutiche tra le quali enumeriamo:

  • ANTINFIAMMATORIE : pare inibisca le CoX e le lipossigenasi, che sono enzimi implicati nello sviluppo dell’infiammazione, indirettamente agisce stimolando i surreni a produrre cortisone, non è gastrolesiva come i comuni FANS e migliora la sintomatologia di danni gastrici e addirittura contrasta i disturbi del colon irritabile (specifica per dolori articolari, osteoartriti e artrite reumatoide).
  • CONTRASTA L’ALZHEIMER attraverso un rallentamento del processo neurodegenerativo.
  • EPATOPROTETTIVO E ANTIOSSIDANTE, protegge da danni da alcool e dallo stress ossidativo e dall’invecchiamento cellulare che ne deriva.
  • ANTITUMORALE: colon, prostata, reni, fegato, pelle ecc
  • COLERETICO-COLAGOGO: migliorando il funzionamento di stomaco e intestino, risolvendo dispepsia, gonfiore addominale e meteorismo.
  • ANTISETTICO per tagli, scottature e contusioni.

Comunemente se ne consigliano 400-800 mg circa in tre assunzioni giornaliere, ma bisogna far attenzione a non eccedere, perché non mancano le controindicazioni: disturbi gastrointestinali, nausea e diarrea;

presenta una discreta azione anticoagulante ad alte dosi, dunque attenzione a chi fa uso di antiaggreganti piastrinici ed eparine (plavix, cardioaspirina, sintrom ecc) per il rischio di incorrere in emorragie;

è sconsigliato a chi ha calcoli alla colecisti;

inoltre dato che per aumentarne la biodisponibilità è associato alla piperina, questa riduce il metabolismo di farmaci a base di fenitoina, propanololo e teofillina, riducendone l’eliminazione.

Altro consiglio interessante è l’assunzione durante i pasti, così da facilitarne l’assorbimento intestinale, a tal proposito suggeriamo, in quanto spezia, di utilizzarla per insaporire cibi, salse, yogurt ecc .

CURIOSITA’: La medicina ayurvedica ne esalta le infinite proprietà tanto da aver dedicato una bevanda chiamata GOLDEN MILK (latte d’oro), il cui uso ha particolare azione nel migliorare l’elasticità del corpo e ripristinare dolori articolari come su detto.

La pianta è considerata beneaugurante e simbolo di prosperità, ancora oggi in certe zone, le giovani spose il giorno del matrimonio si tingono i capelli con la vivace polvere gialla.

Infine, in quanto spezia, ne consigliamo l’assunzione attraverso l’arricchimento di comuni pietanze alimentari come insalate, formaggi, salse, yogurt.

I NOSTRI PRODOTTI:

PROFLEX: Curcuma, Glucosamina vegetale 30 cpr

FitoMuscle forte: boswellia, withania, zinco, curcuma 30 compresse

FLOSIL: Ananas, Curcuma, Ortica, Rosmarino, Bioperine, Vit D3, Vit E 20 cps

CURCUMA Longlife 50 cps

SEROBRAIN: Palma, Curcuma, Pepe, L-Teanina, Vit E-C-B6 24 cps

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s