Gambe stanche?

Alcune regole e consigli per chi soffre di insufficienza venosa e di pesantezza alle gambe!

Alcuni fattori che favoriscono la comparsa di vene varicose:

  • Vita sedentaria
  • Grasso ed obesità
  • Pillola anticoncezionale
  • Calore ed esposizione al sole
  • Stitichezza
  • Alimentazione
  • La depilazione traumatica
  • Il fumo
  • L’età
  • La gravidanza

Alcuni consigli utili per una migliore circolazione

Regola UNO: praticate periodicamente degli esercizi per riattivare la circolazione

ESERCIZIO 1: in posizione seduta, ruota il piede facendo perno sulla caviglia. Ripeti con l’altro piede.

ESERCIZIO 2: In piedi, alzati e abbassati sui talloni per aumentare la conicità dei muscoli delle gambe e aiutare la circolazione.

ESERCIZIO 3: Sdraiati a terra, in posizione supina, con le braccia tese lungo il corpo: alza le gambe in verticale (posizione 1) e poi flettile portandole il più possibile verso il tronco (posizione 2).

esercizi-1_3

ESERCIZIO 4: Sdraiati sul fianco destro e metti il braccio sinistro sul pavimento di fronte a te per sostenere il tuo peso e rimanere in equilibrio. Alza la gamba sinistra al livello dell’anca e disegna con il piede una circonferenza in aria, mantenendo fermo il bacino. Ripeti 10 volte.

ESERCIZIO 5: Allarga le gambe alla larghezza delle spalle e piegale, scendendo verso il basso con il tronco in posizione eretta. Porta i glutei più in basso del puoi, le ginocchia non devono superare le punte dei piedi, usare le gambe per la trazione e non la schiena. Ripeti per tre serie da 10.

ESERCIZIO 6: Preferisci le scale all’ascensore, sali i gradini alzando bene le ginocchia e tenendo dritta la schiena.

esercizi-4_6

REGOLA DUE: cibi consigliati e quelli da evitare se si hanno problemi di pesantezza alle gambe

  • mangia tanta frutta, ricca di bioflavonoidi in grado di rafforzare i vasi sanguigni
  • mangia più proteine e meno carboidrati (meglio pesce, pollo, tufo e tacchino)
  • stai alla larga da carboidrati semplici dei prodotti lavorati e raffinati (dolci, bibite gassate e zuccherate, sciroppi, zucchero)
  • privilegia i carboidrati complessi (legumi, amido, pane e cereali integrali)
  • mangia i grassi giusti come i salutari grassi OMEGA3 (pesce come il salmone, frutta secca e semi, soprattutto i semi di lino, verdura a foglia come broccoli e spinaci). Aiutano coagulazione e favoriscono la salute delle cellule
  • evita i grassi saturi come il burro, il grasso di cottura, il lardo e lo strutto
  • evita i grassi trans (margarina, biscotti, merendine e cibi che contengono oli idrogenati)
  • bevi molta acqua 
  • il tè verde contiene molti antiossidanti per combattere i segni dell’invecchiamento

REGOLA TRE: scegli il cibo in base al colore

Ortaggi e frutta di colore blu o viola (melanzane, radicchio, frutti di bosco) riducono il rischio di patologie cardiovascolari.

Contengono antocianine, potenti antiossidanti per aumentare la resistenza capillare, migliorano la produzione di collagene, la resistenza e l’elasticità vasale.

E anche i carotenoidi, contenuti in molti alimenti dai colori vivaci, carote, peperoni, pomodori, zucche, angurie, ananas, agrumi, salmone e alcuni crostacei.

REGOLA QUATTRO: come prevenire

  • Ridurre il peso corporeo in eccesso
  • Camminare almeno un’ora al giorno; bene anche il nuoto e la  bicicletta
  • Evitare di fumare e di bere alcolici
  • Evitare di restare a lungo seduti con le gambe a penzoloni, come può accadere in treno o in automobile; ad intervalli regolari effettuare soste con breve passeggiata
  • Durante prolungati periodi in stazione eretta, sollevarsi spesso sulle punte dei piedi: questo semplice movimento facilita la risalita del sangue dalla gamba verso il cuore
  • Se costretti a letto per lunghi periodi, muovere frequentemente le gambe
  • Non appoggiare le gambe su sgabelli e non dormire con un cuscino sotto i piedi, perché in questa posizione la iperestensione del ginocchio restringe la vena poplitea e ne riduce il flusso
  • Non indossare scarpe con i tacchi troppo alti o troppo bassi: in ambedue i casi manca l’effetto pompa della pianta del piede e la circolazione delle gambe ne risente
  • Preferire la doccia al bagno, utile praticare getti di acqua fredda direttamente sulle gambe
  • D’estate non esporre le gambe al sole per periodi prolungati nelle ore più calde; è buona norma camminare a lungo dentro l’acqua del mare immersi fino al bacino; anche il nuoto è molto utile

REGOLA CINQUE: come rimediare

  • pomata capillari-protettiva: ricca di principi attivi di origine vegetale capace di alleviare i disturbi di affaticamento, gonfiore, pesantezza, fragilità capillare, ecchimosi agli arti inferiori e di avere azione rinfrescante (a.e. GOES Leniven gambe)
  • bustine con azione vasoprotettrice: integratore a base di flavonoidi con proprietà antiossidanti per contrastare i radicali liberi, responsabili del processo infiammatorio. Ha azione antiossidante, antinfiammatoria e facilita il microcircolo (a.e. Venoruton bustine)
  • integratore in compresse di vitamine e polifenoli antiossidanti: contrasta efficacemente e rapidamente l’azione dannosa dei radicali liberi e migliora la microcircolazione cutanea e l’aspetto della pelle, in azione con Leniven gambe riduce senso di affaticamento e gonfiore (a.e. GOES Leniven OPC)

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s